Conto Deposito Come Funziona?

Molto spesso quando si effettua un trasloco si ha la necessità di trovare un luogo in cui lasciare i mobili o anche solo una parte dell’arredamento, per un periodo di tempo definito, in attesa di individuare la loro destinazione definitiva. Per questo molte aziende che si occupano di traslochi offrono un servizio di deposito che risolve questo problema.

Un servizio che utile non solo ai privati ma anche alle aziende che decidono di affidare la custodia di materiali a terzi, utilizzando così magazzini esterni. Lasciare in conto deposito la merce, gli arredi o altri beni prevede l’accettazione di un contratto di deposito merci, utile ad assicurare per entrambe le parti, il buon esito del servizio.

Conto Deposito Come Funziona La Custodia Delle Merci

Come Funziona il Conto Deposito MerciSi tratta di un servizio che prevede la messa a disposizione di un magazzino delle dimensioni idonee a contenere la merce da affidare a terzi fino al termine stabilito. Il vantaggio è di poter organizzare la nuova abitazione o i nuovi uffici con tranquillità senza dover sistemare tutto rapidamente. Una volta definiti tutti i dettagli con la ditta fornitrice viene consegnata la chiave per l’accesso al magazzino in modo da poter accedere in ogni momento in autonomia.

I costi del servizio variano sia in funzione del tempo di deposito che delle dimensioni del locale, che può variare da un box a magazzini anche di grandi dimensioni, a seconda ovviamente delle disponibilità. Per questo se si prevede di aver bisogno del servizio di deposito è utile richiedere per tempo un preventivo a ditte specializzate.

Conto Deposito Come Funziona: Cos’è E Quando Richiederlo

Contratto Di Deposito MerciIl servizio di deposito merci è regolato da una normativa specifica che è bene conoscere e che è inserita nell’apposito contratto stipulato a tutela della regolarità della custodia dei beni. Con questo contratto un soggetto deposita i suoi beni presso i locali di un altro soggetto, detto anche depositario, che assume l’onere di custodirli correttamente in cambio del pagamento di una somma in denaro. La custodia implica anche tutte quelle attività da svolgere per assicurare ad esempio, la giusta umidità nell’ambiente o la temperatura adatta a non far deteriorare i beni. Inoltre, il contratto può prevedere delle penali o il pagamento di interessi in caso di inadempienza.

Si tratta di un contratto che può essere stipulato sia da privati, ad esempio in caso di trasloco, oppure da aziende che decidono di depositare le loro merci presso magazzini non di proprietà. Il documento firmato dalle parti dovrà quindi contenere le generalità dei contraenti, l’indicazione dei beni affidati in custodia, eventuali modalità di conservazione specifica, la durata e il prezzo del servizio, le modalità di rinnovo del contratto, eventuali polizze assicurative stipulate e dovrà essere richiesto una volta discussi i dettagli del servizio, accettata la proposta economica e definito tutte clausole accessorie insieme al fornitore. In questo modo, il soggetto che deposita la merce potrà avere tutte le garanzie necessarie a una corretta custodia dei beni lasciati in deposito, svolta con attenzione e in sicurezza.

Lascia una Valutazione

Potrebbero interessarti anche...