Norma Antincendio nelle Scuole

Norma antincendio scuole

Uno degli aspetti fondamentali della sicurezza degli edifici scolastici è quello sulla prevenzione incendi nell’edilizia scolastica. Qual è a tal proposito la norma antincendio nelle scuole?

La normativa di riferimento in materia di prevenzione incendi nelle scuole è il Decreto Ministeriale 18 dicembre 1975; la normativa si è evoluta moltissimo negli anni ma una delle modifiche sostanziali è entrata in vigore con il Decreto del Presidente della Repubblica del 1 agosto 2011, n. 151.

Con questa legge si regola la prevenzione degli incendi grazie alla catalogazione delle attività che vengono distinte per grado di pericolosità (attività a basso, medio, alto rischio); inoltre viene introdotto il Certificato di Prevenzione Incendi, obbligatorio per le attività che rientrano nella categoria ad alto rischio (Categoria C).

Nella catalogazione delle attività, le Scuole di ogni ordine e grado e gli Asili nido con almeno 30 persone presenti sono identificate con il numero 67:

Attività

Categoria A

Categoria B

Categoria C

  • Scuole di ogni ordine, grado e tipo, collegi, accademie con oltre 100 persone presenti
  • Asili nido con oltre 30 persone presenti

Fino a 150 persone

  • Oltre 150 e fino a 300 persone
  • Asili nido

Oltre 300 persone

L’adeguamento alla normativa antincendio nelle scuole è particolarmente importante per la sicurezza generale degli edifici scolastici. Vediamo nella pratica come intervenire.

Sicurezza edifici scolastici: la normativa

Il DM 26 agosto 1992 – “Norme di prevenzione incendi per l’edilizia scolastica” – e il DM 7 agosto 2017 – “Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi per le attività scolastiche” – sono le normative principali per la sicurezza degli edifici scolastici.

Vediamo nello specifico cosa prevedono e in che modo il decreto del 2017 ha aggiornato la normativa vigente.

Allegato al DM 26 agosto 1992 – “Norme di prevenzione incendi per l’edilizia scolastica”

La normativa si articola in:

  • Generalità
  • Caratteristiche costruttive
  • Comportamento al fuoco
  • Sezionamenti
  • Misure per l’evacuazione in caso di emergenza
  • Spazi a rischio specifico
  • Impianti elettrici
  • Sistemi di allarme
  • Mezzi ed impianti fissi di protezione ed estinzione degli incendi
  • Segnaletica dl sicurezza

DM 7 agosto 2017 – “Regola Tecnica Verticale del 3 agosto 2015 Capitolo V.7”

La normativa si articola in:

  • V.7.2 Classificazioni
  • V.7.3 Profili di rischio
  • V.7.4 Strategia antincendio
  • V.7.5 Vani degli ascensori

Potrebbero interessarti anche...